Una serata diversa. Un escursus di 25 anni che ci ha portati a ricordare e presentare quale sia stato l’impegno del nostro Club nei confronti dello Scolasticato di Kinshasa di S.Eugene di Mazenod.

L’inizio si ha con il desiderio espresso da parte di Padre Giovanni Santolini (fratello di mia moglie Giovanna e quindi mio cognato), Missionario in Zaire, di voler creare presso il suo istituto dei Missionari Oblati di Maria Immacolata, una scuola di informatica per introdurre la conoscenza dell’Information Technology in una realtà così lontana e diversa dall’europa.

Con la fondazione del nostro Club (19/05/1995) ha quindi inizio il progetto di assistenza e crescita nell’IT che ci ha portato all’ottenimento del Global Grant nel Luglio di quest’anno. (Il 18 luglio è il giorno in cui la Rotary Foundation ha fatto il versamento dei circa 44.000 $ a copertura delle apparecchiature da acquistare).

Tornando alle varie attività svolte, si è potuto vedere come il nostro Club, passando gli anni, pur con il succedersi di Presidenti diversi, ha sempre sostenuto l’impegno per la crescita tecnologica dello scolasticato.

E questo è avvenuto sia con l’impegno diretto dei propri soci, sia con il supporto di esperti esterni (leggi Giovanni De Rosas). Il filo di connessione che non si è mai interrotto ci ha portati all’ottenimento del Global Grant.

Ricorderei in particolare che :

  • Abbiamo spedito il primo lotto di 5 PC il 10/10/1995;
  • In visita al nostro Club (anno Rotariano 1996/97), a Padre Giovanni fu consegnata una Paul Harris ed un assegno per futuri acquisti di pc;
  • Nel marzo del 1997,Giovanni perse la vita a seguito di un incidente stradale;
  • Nel Luglio di quest’anno la RF, come già indicato, ha fatto il versamento. La notizia dell’approvazione del GG era già arrivata da qualche settimana, ma il versamento ci ha dato la certezza;
  • Abbiamo coinvolto il Club gemellato di Besançon, Il Rotary Club Milano Duomo ed il Rotary Club Matonge di Kinshasa;
  • La scuola di informatica tra studenti di formazione diversa ed universitari, istruisce circa 1.000 studenti ogni anno.

Grazie a tutti per l’impegno profuso senza il quale non avremmo potuto raggiungere i nostri obiettivi ma un grazie particolare a Stelio Rossi per la sua tenacia, capacità e caparbietà dimostrate in questa ultima fase di attività per l’ottenimento del Global Grant.

(Giovanni Ardizzone)

Uno screenshot della serata.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *