“Il Fallimento è Rivoluzione” di Francesca Corrado (conviviale del 13 febbraio 2020)

Da ragazzo, durante le vacanze estive in Brianza, ero solito fare lunghe gite in bicicletta. Quante cadute! Credo di aver frequentato quasi tutte le farmacie della zona: cerotti, bende e alcol… Però credo di aver imparato una cosa almeno: saper cadere. Poi si andava dal meccanico che ti aggiustava la ruota, raddrizzava il manubrio, riparava

“Figli dei boss – Vite in cerca di verità e riscatto” (conviviale interclub del 22 Gennaio 2020)

In Italia il pregiudizio dei “figli di…” non si abbatte solo sui figli degli avvocati, dei notai, dei farmacisti e di altre stimate categorie professionali. Anche i figli dei boss, dei criminali associati a cosche mafiose, sono vittime di questo cliché che li inchioda ad un destino da cui, stando alle parole di Dario Cirrincione

“L’Economia della Felicità” di Luciano Canova (conviviale del 28 novembre 2019)

Quanti bambini ci saranno nel 2100? Quale percentuale di adulti nel mondo è alfabetizzata? Qual è l’aspettativa di vita media alla nascita oggi nel mondo? Quale percentuale di bambini di un anno al mondo è vaccinata contro il morbillo? Come è cambiato il numero di morti da disastri naturali negli ultimi 100 anni? È iniziata

Progetto Mentorship (conviviale interclub del 21 Novembre 2019)

Mercoledì sera il nostro Club, con la rappresentanza degli altri Club padrini, ha accolto un buon numero di soci del Rotaract Milano Sforza per rafforzare la nostra amicizia e per confermare la collaborazione reciproca. Il Rotary è sempre stato animato, tra gli altri, ma non solo, da due principi: il primo, detto in parole semplici,

Visita del Governatore (Interclub Rotary Milano Duomo del 7 Novembre 2019)

L’ incontro annuale col Governatore è un’occasione importante: per i giovani nuovi soci che approfondiscono la vera immagine dell’Associazione e per i “vecchi” soci che possono vedere l’ evoluzione e gli sviluppi del nostro sodalizio. Chi scrive e gli altri (ormai pochi) soci fondatori del Milano Fiera hanno ripensato agli anni trascorsi e alle positive